📍 Plata o Plomo

Facevano dire a Pablo Escobar nella famosa serie tv targata Netflix.

Plata, Argento. Oppure piombo.

Ieri la Russia 🇷🇺 assume una posizione simile, senza perdersi in troppe chiacchiere etico morali. C’è poco da discettare. Ora ci sono solo due strade e a decidere saranno i nuovi cittadini russi di Ucraina (credendo alla buona fede di Put-in).

Qualcuno potrebbe obiettare che il referendum potrebbe vincerlo il no all’annessione. Quel qualcuno potrebbe anche scendere dalla Montagna del Sapone.

Plata o plombo, o meglio: plata o uranio ⚛

📍 Putin si gioca la carta annessione con il referendum in quattro zone

di Michela Iaccarino
Il fatto quotidiano di oggi

🦴 Mosca ha annunciato quattro referendum in Ucraina e la modifica delle leggi militari che puniscono soldati e disertori durante la “mobilitazione”.

🥩 se le quattro regioni diventeranno parte della Federazione, il Cremlino potrebbe ricorrere all’uso delle armi atomiche per difendere un territorio che riconoscerebbe come proprio.

👤 🇷🇺 Si tratta della “vigilia della vittoria o della guerra nucleare, non vedo terza possibilità”. Lo ha scritto la regina delle propagandiste a capo del colosso Rt, Margherita Symonian…

👤 🇷🇺 Sergey Lavrov, ministro degli Esteri russo, ha annunciato ieri l’apertura delle urne, dal 23 al 27 settembre nelle aree di Donetsk, Lugansk, Kherson e Zaporizhzhia“… le popolazioni del Donbass vogliono essere padrone del proprio destino”

[Ora si fa sul serio] la guerra russa ieri ha cambiato nome. “Mobilitazione”, “legge marziale” e “tempo di guerra”non sono più parole fantasma da quando la Camera bassa di Mosca ha introdotto emendamenti al Codice penale:

🚫 disertare: 10 anni in cella per chi non imbraccerà le armi.
🚫 arrendersi: 15 anni di galera a chi si consegna al nemico.
🚫 disobbedire: per le modifiche all’articolo 332 del codice penale, che punisce le mancate esecuzioni degli ordini, non si finisce dietro le sbarre solo per 6 mesi, ma per almeno 3 anni.

La replica occidentale

Più veloce della condanna delle cancellerie occidentali, è stato il tracollo della Borsa di Mosca. I vertici di Bruxelles, Kiev, Washington hanno usato tutti le stesse parole: sono votazioni “farsa”. Sono “finti referendum che non cambieranno nulla”e annulleranno per sempre ogni chance di risoluzione diplomatica, ha detto il ministro degli Esteri ucraino, 🇺🇦 Dmitro Kuleba. A fargli eco 🇺🇸 🇳🇴 Jens Stoltenberg, Segretario generale Nato: “Non cambieranno la natura dell’aggressione”. Il primo capo di Stato ad assicurare che i risultati del voto non verranno riconosciuti è stato il cancelliere 🇩🇪 Scholz (quello che spera che vinca Letta)

fabbod

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: