Caschi Blu, la Guerra è Peace (Keeping)

Si potrebbe ormai sorridere per l’uso/abuso di questa massima orwelliana, io stesso mi sono rotto i coglioni di usarla, però non si può farne a meno perché oggettivamente concreta quanto attuale.

La guerra è pace, nel nostro mondo particolare, è divenuto un mantra ipnopedico per le Masse. Qualcosa da accettare perché infinitamente ripetuto. Come disse, non me ricordo chi nel romanzo di Aldous Huxley, seimila e rotte ripetizioni fanno una verità.

L’ennesima conferma di ciò arriva da un pezzo nel quale mi sono imbattuto online.

IL CONSENSO, QUELLO PERSO, E LA SUA RICERCA di Enrico Magnani 18/2/22 Difesaonline.it

Qui in sostanza si parla dell’Africa da un punto di vista geopolitico che è un modo carino per discutere di questa Terra come se fosse “nostra” senza però ammettere che è “nostra”. Sotterfugi intellettuali da politicamente corretto per acquietare quello zozzo lezzo di coscienza rimasto in piedi nel nostro Paese.

L’africa è “nostra” grazie appunto alle operazioni di peace ✌️ keeping, cioè occupazioni militari che hanno però come obiettivo quello di salvaguardare il benessere dei popoli (tipo la Costituzione, pace all’anima de Bakunin, usi il bastone che guida il popolo pe bastonare il popolo). Si dia il caso infatti che questi “popoli” non vogliono essere salvati da militari stranieri sul proprio territorio perché è evidente, a patto che tu non sia un minus habens o homo videns occidentale, o tutte e due, che militari stranieri sul tuo territorio significano occupazione straniera.

Ovviamente non sono militari stranieri, per noi, ma caschi blu

… Altra perla Ipnopedica per non svegliare l’occidentale che dorme… 🛌 🧘‍♂️… Inspira…. Espira…

Riporto alcuni passaggi che mi colpiscono di questo articolo, esempio meraviglioso dell’ipnosi occidentale, tra […] trovate le mie osservazioni. Non me ne voglia l’autore che fa egregiamente il suo mestiere. Dovrò strumentalizzare il suo testo al mio fine: mostrare quanto tutto avvenga sotto la luce del sole senza minimamente turbar l’ipnosi, Generale.

🙋 Che è successo? [🦴se so’ menati e C’è scappato il morto] Tra la seconda metà di luglio e gli inizi di agosto oltre una trentina di persone sono decedute (tra essi due militari marocchini e due poliziotti indiani) nel corso di incidenti molto violenti che hanno opposto civili delle Republlica Democratica del Congo (RDC) e ‘caschi blu’ della MONUSCO (Mission des Nations Unies pour la Stabilisation au Congo).

[🙋 Vabbè ma perché?] I civili locali chiedevano a gran voce che le truppe dell’ONU lasciassero il paese e hanno attaccato diverse installazioni. La violenza e l’estensione degli incidenti lascia sospettare comunque che si trattasse di ben di più di iniziative spontanee e scoordinate [cioè se so rotti il c***o sul serio sta volta gli africani. Anche perché a casa loro è un porto di mare caschi blu, poliziotti indiani, marocchini…vabbè andiamo avanti]

… un reparto dell’ONU, confrontato da una pacifica manifestazione di protesta dei civili, apriva il fuoco su essi uccidendone 2 e ferendone olte una dozzina [afacciarucaz’]

🙋 a che scopo stanno li?

MONUSCO, erede dalla MONUC, schierata a partire del 1999, è una entità in continua evoluzione, avendo modificato, anche pesantemente il suo mandato nel corso degli anni, sempre con lo stesso obiettivo: coooperare con il governo locale, contribuire alla protezione della popolazione civile… [tipo sparandogli addosso durante le manifestazioni]… La missione attivata nel 2013, dal 2020, a seguito di un colpo di Stato naviga in cattive acque, sempre più mal sopportata dalla giunta militare, che prossima a Mosca, è riuscita ad accellare la partenza delle truppe francesi della operazioni… [aaaah è colpa dei Russi!]

… Mentre la MONUSCO oggi opera ancora con il consenso del governo congolese, appare chiaro che la popolazione civile è poco favorevole alla presenza dei ‘caschi blu’
… il comportamento dei soldati internazionali nei riguardi della popolazione civile che dovrebbero proteggere dalle violenze è talmente deprecabile che ha aperto ferite profonde a causa di abusi gravi e prolungatiIl contesto politico è cambiato in misura così radicale che la MINUSMA potrebbe non essere più in condizione di operare nella sua attuale forma e mandato..

L’autore a questo punto viene al dunque concludendo che così non si può procedere e giustamente. Il suo consiglio è:

Per queste tre missioni sono aperte due potenziali opzioni: essere riautorizzate come più efficaci e con mandati chiari, applicabili e negoziati chiaramente con le nazioni ospiti, o porvi un termine. Una “terza opzione” consisterebbe nel dare priorità alla protezione dei civili e nel documentare le violazioni dei diritti umani, compiti che richiedono il consenso che i governi sono chiaramente riluttanti a dare.

Le cose giustamente o si fanno bene o non si fanno.

Voi dormite beati.

Winter is coming…

fabbod

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: